Studi Mariniani, anno XVII, n.15, dicembre 2009 (Fabrizio Serra Editore, Pisa – Roma)

studi marinianistudi mariniani somm

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Uscito con enorme ritardo per mancati finanziamenti il volume presenta gli Atti del convegno “Marin e Venezia”, svoltosi nella sede dell’ateneo veneto nel dicembre 2009.
Il volume porta un contributo notevole sulla biografia di Marin relativamente ai rapporti del poeta con l’ambiente poetico ed editoriale veneziano, in particolare con Ugo Fasolo, Giuseppe Mazzariol, Neri Pozza, e con la critica veneziana (Cesare Galimberti). Interessante il carteggio di Marin con Vittore Branca. Il discorso si allarga a tutto il Veneto, segnalando personaggi e protagonisti dell’ambiente patavino (Mengaldo) e di quello di Abano (Giovanni e Federico Talami, Toni Babetto). Il convegno ha segnalato nomi la cui memoria va perdendosi oggi nella stessa Venezia.
Il convegno ha messo in luce il prossimo itinerario di ricerca da seguire che riguarda il rapporto di Marin, irredentista, con il mondo slavo.
E’ di Pericle Camuffo il saggio relativo al carteggio Marin-Brazzoduro sul tema del confine ed è di Fulvio Senardi il saggio sulla percezione, in Marin, delle “ragioni degli altri”.
Breve carteggio a parte è quello presentato da Edda Serra relativo ad una amicizia incominciata a Gorizia sui banchi di scuola e ripresa inaspettatamente negli anni ’60. Bepi Modolo è l’amico che a Gorizia ha avuto parte significativa nella vita sociale. ES

Questa voce è stata pubblicata in Pubblicazioni CSBM. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *