Carlo Volpe – Piperno

Pubblicato in Altre pubblicazioni | Lascia un commento

Le prose arrabbiate di Biagio Marin e di Manlio Cecovini – 23 agosto 2017

ll Centro Studi Biagio Marin ripropone al pubblico di Grado l’ occasione dell’ analisi del mondo mariniano e dei suoi personaggi. Fra i tanti spicca nell’ ambito di una esperienza fondamentalmente politica e civile, la figura di Manlio Cecovini, protagonista importante della storia triestina e giuliana, di una generazione più giovane di Marin, con cui ha avuto intenso dialogo sia al Circolo della Cultura e delle Arti, sia nell’azione politica in ambito liberale, ma anche sul piano poetico e letterario. Perchè Manlio Cecovini, ricordato oggi prevalentemente in quanto fondatore del Movimento per Trieste, o come sindaco e come deputato europeo, è stato di suo anche scrittore, ammirato soprattutto per i ricordi della seconda guerra mondiale, e come saggista impegnato nella valutazione critica del nostro patrimonio culturale e letterario. E di Biagio Marin ha scritto, curando fra l’ altro la pubblicazione delle poesie in italiano e del carteggio „scazonte”.

Mercoledì sera 23 agosto 2017 sulla terrazza della Biblioteca Civica Falco Marin alle ore 20 e 40 nell’ ambito delle serate organizzate sotto l’ egida della Biblioteca „Metti una sera d’estate sotto le stelle” a parlarne sarà Nino Gregori, già noto per la sua ricerca storica pertinente la regione, di cui ha dato testimonianza in due opere in particolare, „Biagio Marin ai Gradesi” e „Marin caro a Trieste”, oltre beninteso le opere di testimonianza diretta della sua esperienza personale di presidente dell’ Azienda di Soggiorno di Grado e di dirigente.

Nino Gregori ci guiderà lungo le tracce fondamentali del dialogo tra Cecovini e Marin, tra queste quelle riguardanti la scuola della regione nel passaggio dall’ amministrazione asburgica a quella nazionale italiana e sulla dolorosa condanna condivisa della mancanza di coscienza civile della nazione italiana. Uomini di frontiera ambedue, una cosa li divide, ed à generazionale, la necessità per Marin della visione unitaria dei problemi e delle cose, che non è solo politica, ma filosofica.

In margine la copertina di un libro dedicato a Manlio Cecovini con il suo ritratto (2004). ES

Pubblicato in Appuntamenti-eventi | Lascia un commento

Estate Cultura 2017 – Incontri di Cortina

Anche quest’anno il Centro Studi Biagio Marin di Grado si presenta a Cortina d’ Ampezzo con tre proposte di incontro.

Martedì 1 agosto verrà presentato il dialogo tra il poeta di Grado con il poeta Adriano Guerrini, poeta a sua volta e intellettuale, che conferma i rapporti tutt’altro che sporadici tra due golfi, quello di Trieste e quello di Genova, se vogliamo tra due mari, ed un confronto, se non altro nel nome della rivista “Resine”. Un dialogo che fa rete, e produce, ed opera e mette in relazione la nostra poesia anche all’estero , e vede protagonista il giovane editore Giorgio Devoto nel nome di una piccola casa editrice, San Marco dei Giustiniani, in cui pubblica tante gemme della poesia del Novecento. A parlarne sarà con Edda Serra l’ autrice della ricerca, Francesca Sardanelli, che richiamando l’ attenzione su Adriano Guerrini, ne ha fatto tesi di laurea magistrale encomiabile.

Il secondo incontro di giovedì 3 agosto è riservato alla scrittura di Marin nei suoi Diari, di un altro dei quali, pertinente gli anni 1950-1951, si annuncia imminente la pubblicazione a cura di Ilenia Marin con il titolo estemporaneo di La grande avventura. A parlarne sarà la prof. Cristina Benussi, professore di letteratura italiana moderna e contemporanea dell’Università di Trieste, nonché prorettore, che si dichiara affascinata da Marin intellettuale; di lei del resto studiosa della letteratura di genere, ricordiamo il saggio sul carteggio tra Marin e il fiumano Paolo Santarcangeli, e la fedeltà della sua presenza a Cortina a parlare per il CSBM di cose mariniane o giuliane.

A occasione verrà presentato il numero 6 dei Quaderni del CSBM, appena pubblicato da Fabrizio Serra editore in Pisa e Roma, Il bauletto di Pina Marini, autore Renzo Sanson, che a Cortina ha a suo tempo presentato il carteggio Magris – Marin. Renzo Sanson ci dà il primo ragguaglio del tesoro della corrispondenza conservata da Giuseppina Marini dal lontano 1912, anno in cui conosce a Firenze insieme con gli altri triestini della Voce il giovane Marin che diventerà il compagno di tutta la sua vita. Ne viene fuori un ritratto di giovane donna ricca della baldanza e della sicurezza dei suoi anni, e una testimonianza antropologica e sociale tutta da valorizzare. Anche questo è tesoro donato alla Biblioteca di Grado: si tratta di migliaia di lettere che attendono di essere lette. Una chicca.

L’ ultimo incontro è riservato a Franco Loi, il poeta di Milano, che nella sua lingua poetica, il dialetto milanese , ci dice la poesia dell’esperienza sua e della città; accompagnato al suo Angel, ci ha dato quest’anno una nuova raccolta di poesie curata da Anna De Simone, preceduta di poco dal carteggio intrattenuto con Biagio Marin, pubblicato nel n.5 dei Quaderni del CSBM , Fabrizio Serra editore, 2016: Franco Loi – Biagio Marin, Lettere 1981 – 1985: Voci di un vecchio cantare. ES

Documenti degli eventi di Estate Cultura a Cortina

Da sinistra Renzo Sanson, Edda Serra al centro, accanto la prof. Cristina Benussi.

Da sinistra Edda Serra, il Commendatore Santino Galbiati, prof. Cristina Benussi e Renzo Sanson.

Pubblicato in Appuntamenti-eventi | Lascia un commento

Grado. L’isola d’oro – 20 luglio 2017

Fra gli scritti di Biagio Marin più conosciuti a Grado oggi, dopo alcuni dei Canti de l’ isola, sono senz’altro le brevi pagine in prosa dedicate all’isola, paesaggio, storia, umanità, pubblicate nel 1934 con il titolo de L’ isola d’oro. Prosa poetica, elegante e semplice, affascinante nel ritmo dell’evocazione dei luoghi, pochi sanno che il testo nasce secondando la fusione di esigenze turistiche e culturali, realizzata da un uomo di cultura e poeta, innamorato della sua isola, che da anni svolge funzioni pratiche dirigenziali nell’ambito turistico.

Pochi sanno che oltre l’ ambito isolano il volume à stato subito salutato non già come pubblicazione pubblicitaria: gli amici veneti dell’autore ne hanno subito colto la dimensione poetica.

Ritroviamo gli stessi amici, tra cui Diego Valeri, ma anche Giorgio Caproni, vent’ anni dopo in occasione della ristampa voluta dal Comune di Grado, nel 1955: stesso testo, stesse foto, oltre i drammi del secondo conflitto mondiale, quando il nome di Marin poeta incomincia a farsi strada in Italia. Il Fondo Marin della Biblioteca Civica ci dice la fortuna del libro attraverso i documenti epistolari presenti che fanno vivere un coro di persone e di critici che accompagnano la fortuna della poesia di Marin.

La prof. Edda Serra ne parla mercoledì 20 luglio alle ore 20 e 45, nel quadro degli incontri in riva al mare della Terrazza della Biblioteca Civica Falco Marin, via Leonardo da Vinci 20 , con l’ intento di far conoscere alla comunità e al pubblico il tesoro di documenti del Fondo Marin della Biblioteca, che sono patrimonio comune. ES

Pubblicato in Appuntamenti-eventi | Lascia un commento

Invito 29 giugno 2017

La Presidente del CSBM e il Sindaco di Grado hanno il piacere di invitare studiosi e pubblico al Seminario in programma.

AVVISO

Per comunicare con il CSBM, utilizzare preferibilmente gli indirizzi: serra.edda@gmail.com  e federica.marabini@comunegrado.it

Pubblicato in Appuntamenti-eventi | Lascia un commento