Giovanni Tesio – Stantesèt Sonèt (2015)

Tesio Stantesèt sonètDi G. Tesio conosciamo la sua competenza nell’ambito della poesia dialettale, a parte il suo insegnamento all’Università del Piemonte Orientale e il suo impegno nel valorizzare la poesia in dialetto dell’ultimo secolo anche attraverso la presenza nella giuria di premi tra i quali segnaliamo, ovviamente, quello intitolato a Biagio Marin, accanto a Pietro Gibellini, a Franco Loi, a Gianni Oliva, a suo tempo Vanni Scheiwiller. Di Tesio ricordiamo anche le innumerevoli pagine di critica letteraria e di storia letteraria, in particolare  con Mario Chiesa, Il dialetto da lingua della realtà a lingua della poesia, Torino, Paravia, 1978 e Le parole di legno. Poesia in dialetto del ‘900 italiano, Milano, Mondadori, 1984.

Oggi Tesio si presenta ai lettori con una raccolta di sonetti che godono della prefazione di Lorenzo Mondo. La casa editrice, il Centro Studi Piemontesi, non fa che confermare l’amore dell’autore per il suo dialetto, quello piemontese appunto, facendo propria però l’osservazione di L. Mondo: La lingua di Tesio è complessa e creativa, lingua di poesia e non direttamente colloquiale, come compete a uno studioso così collaudato della materia (Prefazione, p. VII). ES

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Altre pubblicazioni. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *