Centro Studi Biagio Marin

Buongiorno a tutti,

benvenuti nel blog del Centro Studi Biagio Marin.

Con l’apertura di questo sito, desidero avviare un dialogo con gli estimatori della poesia di Marin e della sua opera di prosatore e di intellettuale, di cittadino innamorato del suo mondo e del suo tempo. Nella nostra regione, il Friuli Venezia Giulia, sentiamo sempre il bisogno di riscoprire le nostre esperienze.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 8 commenti

Invito Festa Auguri – Grado, 15. XII. 2017

Pubblicato in Appuntamenti-eventi | Lascia un commento

F. Loi – B. Marin. Lettere 1981-85. Biblioteca Naz Braidense, 21 ott 17

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

Vele d’autore nell’Adriatico Orientale (Trieste, 5-6 ottobre 17)

Affollata la regata velica internazionale che richiama a Trieste migliaia di barche da tutto il mondo ai primi di ottobre.
Affollato anche il convegno organizzato dall’IRCI e dall’Università degli Studi di Trieste con il titolo di “Vele d’autore nell’Adriatico orientale”, che hanno fatto navigare sul ritmo dei versi o delle narrazioni un centinaio di relatori sul tema della navigazione a vela fra Grado e Dulcigno, città del Montenegro, e oltre.
Molto bella è stata la scoperta che i relatori sulla navigazione di Biagio Marin sono stati ben 4, di cui una proveniente da Augusta (Germania). Si tratta dell’italianista Biasiolo che insegna appunto all’Università di Ausburg. È giusto che la vela di Marin abbia spazi immensi, lui che apre i suoi Canti con un ricordo dell’immediato ieri E ‘ndeveno cussì le vele al vento.  Tutto un mondo adriatico per 5 secoli di storia è emerso con i suoi poeti e i suoi navigatori. ES

Di seguito i nomi dei relatori con i titoli delle relazioni riguardanti Biagio Marin:

Ilvano Caliaro (Università di Udine), Immagini dell’Adriatico in Biagio Marin
Monica Biasiolo (Università di Augusta), A vele spiegate, superando il confine. Biagio Marin (1891 – 1985) tra astrazione e sensualità lirica.
Gianni Cimador (Università degli Studi di Trieste), “Già il trabaccolo s’era rivelato un mondo”: l’Istria di Biagio Marin tra realtà e mito.
Edda Serra (Centro Studi Biagio Marin, Grado), “E ‘ndeveno cussì le vele al vento”.

Un ricordo corale del convegno:

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

BANDO DI CONCORSO A 2 BORSE STUDIO – FONDO MARIN GRADO (sc. 15 ott. 17)

Con preghiera di divulgazione e alla massima attenzione degli studiosi mariniani si presenta il seguente bando con scadenza il 15 ottobre 2017
In allegato il modulo di domanda di partecipazione

CENTRO STUDI BIAGIO MARIN

GRADO

BANDO DI CONCORSO A DUE BORSE DI STUDIO / RICERCA

PERTINENTI IL FONDO MARIN

DELLA BIBLIOTECA CIVICA FALCO MARIN DELLA CITTA’ DI GRADO

  1. Il Centro Studi Biagio Marin bandisce un concorso per l’ assegnazione di due borse di studio / ricerca di euro 6000,00 ciascuna per attività di ricerca sulle risorse archivistiche del Fondo Marin della Biblioteca Civica Falco Marin di Grado.

  1. Le borse saranno assegnate mediante concorso per titoli e colloquio a cittadini italiani e stranieri in possesso del titolo di laurea conseguito nell’ambito delle scienze umanistiche o di dottorato di ricerca. Sarà valutato prioritariamente il titolo di dottore di ricerca con tesi attinente l’ ambito archivistico moderno e contemporaneo; a seguire saranno valutate le attività di ricerca e gli studi pertinenti il mondo mariniano e le eventuali pubblicazioni connesse e qualsiasi altro titolo pertinente.

  1. La durata delle borse è di sei mesi (dal 1° novembre 2017 al 30 aprile 2018). L’importo della Borsa di studio sarà erogato frazionato in 1000 euro mensili a partire dal 1° novembre 2017; il lavoro svolto dovrà venir relazionato mensilmente in forma breve a pena di sospensione della borsa; l’ultima mensilità sarà erogata dopo la consegna e l’approvazione della relazione generale conclusiva.

  1. La domanda di partecipazione al Concorso (da redigere sull’allegato Modulo) diretta alla Presidente del Centro Studi Biagio Marin per via informatica con posta certificata al seguente indirizzo mail serra.edda@pec.it o in modalità cartacea con raccomandata postale al seguente indirizzo CSBM c/o Biblioteca civica Falco Marin, via Leonardo da Vinci,20, 34073 Grado dovrà essere presentata entro il 15 ottobre 2017 (farà fede il timbro postale nel caso di spedizione in modalità cartacea), corredata della seguente documentazione:

  1. curriculum personale sottoscritto dal candidato riportante il conseguimento del titolo di laurea, eventuali altri titoli accademici conseguiti, specificando le istituzioni che li hanno conferiti, riportando di ogni titolo tutti i dati scritti sul relativo diploma e l’elenco di eventuali pubblicazioni

  2. dichiarazione, ai sensi del D.P.R. 445/2000, attestante: cognome, nome, data e luogo di nascita, codice fiscale, residenza, cittadinanza e indirizzo del luogo di residenza, indirizzo e-mail presso il quale desidera siano fatte le comunicazioni relative alla presente selezione, con indicazione delle motivazioni scientifiche che animano la domanda, di un eventuale progetto di lavoro inerente uno dei temi proposti dal CSBM e di firma autografa

  3. dichiarazione sostitutiva di certificazione attestante, sotto la propria responsabilità, di essere consapevoli delle sanzioni penali previste dall’art. 76 del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 nell’ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci, uso o esibizione di atti falsi contenenti dati non rispondenti a verità.

  1. La commissione incaricata di valutare le domande pervenute, costituita dai prof. Giorgio Baroni (Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano), Fabio Russo (Università degli Studi di Trieste), dalla dott. Flavia Moimas (CSBM) e dalla prof. Edda Serra (Presidente CSBM) redigerà la graduatoria degli idonei.

  1. L’oggetto della ricerca verterà su una delle unità archivistiche del Fondo Marin scelta dal candidato fra quelle proposte dal CSBM, tutte provenienti dall’archivio personale di Biagio Marin di Grado:

a. carteggi e documenti epistolari di autori vari già ordinati e finora inventariati provvisoriamente

b. una busta originale di circa 250 fogli manoscritti poetici

c. la corrispondenza di Giuseppina Marini (1912-1927) con Biagio Marin e con gli amici vociani contenuta nel suo bauletto, limitatamente agli anni 1912-1915

d. due cartelle originali di soli fogli di stampa raccolti dal poeta in anni cruciali della storia nazionale e regionale

e. due cartelle originali di materiali vari: fogli e ritagli di stampa, appunti, minute lettere, foto.

  1. Di ogni unità archivistica si richiede

a. l’analisi e la descrizione dell’unità: la consistenza, la qualità, le condizioni di reperimento, il valore dei documenti, la contestualizzazione, i problemi di gestione archivistica in presenza di materiali promiscui e le scelte strategiche adottate (da riportare nella relazione finale tecnica)

b. l’inventariazione e la scansione dei singoli documenti per almeno 200 schede nel rispetto delle regole indicate dall’ICCU-Istituto Centrale per il Catalogo Unico o dall’ICAR-Istituto Centrale per gli Archivi

c. la valutazione delle prospettive di studio aperte dai documenti esaminati, sotto il profilo biografico, storico, politico civile, della esegesi letteraria, dell’interpretazione critica, di studio del contesto, eventuali progetti di lavoro: da riportare nella relazione finale. Per i documenti poetici l’identificazione degli inediti e delle varianti, le eventuali prospettive editoriali possibili.

La relazione finale va consegnata entro un mese dalla conclusione del lavoro.

  1. La relazione finale potrà essere pubblicata in “Studi mariniani”.

  1. Sede per l’attuazione di quanto previsto dal presente Bando è la Biblioteca civica Falco Marin di Grado – via Leonardo da Vinci 20 – dove è depositato il materiale oggetto della ricerca.

  1. La sorveglianza sugli adempimenti spetta al Presidente del CSBM e agli eventuali suoi delegati.

  1. Concorrono all’iniziativa come finanziatori la Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, il Comune di Grado, la Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e per l’organizzazione il Comune di Grado-Assessorato alla Cultura

Grado, 15 settembre 2017                                          

La Presidente prof. Edda Serra

Pubblicato in Eventi | Lascia un commento

Il Bauletto di Pina Marini

Nei Quaderni del CSBM per le edizioni Fabrizio Serra di Pisa compare la relazione di Renzo Sanson pronunciata a Grado nel corso del Seminario “Le risorse del Fondo Marin” del 29 giugno 2017.

Le relazioni tutte di questo seminario saranno pubblicate in Studi Mariniani. “Il bauletto di Pina” ha invece una valenza particolare nel suo offrire le possibilità di conoscenza di un mondo vivace, lontano da noi più di un secolo, quello di una giovane donna emancipata che diventerà la moglie e la compagna della vita di Biagio Marin. La relazione è stata di Renzo Sanson, che ha voluto precisare l’importanza di un carteggio in cui i profili dei protagonisti giuliani della Voce e gli amici fiorentini hanno nuova definizione, quella privata. Il carteggio è molto ricco e il volume ce ne dà appena un assaggio. Pur illuminando il mondo privato le lettere aprono a noi prospettive di ampia conoscenza sul mondo intellettuale e politico europeo. E ci permette di capire meglio la dedizione intelligente e amorosa di Pina Marini a Biagio Marin.

Di Renzo Sanson, già giornalista de Il Piccolo di Trieste, saggista e critico, possiamo ricordare la sua amicizia con Marin, la cura di un’edizione particolare delle Elegie istriane, e la cura del volume di lettere di Claudio Magris e Biagio Marin intitolato Ti devo tanto di ciò che sono. ES

Pubblicato in Pubblicazioni CSBM | Lascia un commento