Centro Studi Biagio Marin

Buongiorno a tutti,

benvenuti nel blog del Centro Studi Biagio Marin.

Con l’apertura di questo sito, desidero avviare un dialogo con gli estimatori della poesia di Marin e della sua opera di prosatore e di intellettuale, di cittadino innamorato del suo mondo e del suo tempo. Nella nostra regione, il Friuli Venezia Giulia, sentiamo sempre il bisogno di riscoprire le nostre esperienze.

Continua a leggere

Pubblicato in Senza categoria | 5 commenti

Depliant Premio Nazionale Biagio Marin 2016

2016_depliant premio biagio marin-page-0012016_depliant premio biagio marin-page-002

Pubblicato in Premio Biagio Marin | Lascia un commento

Locandina Premio Nazionale Biagio Marin 2016

2016_locandina premio biagio marin-page-001

Pubblicato in Premio Biagio Marin | Lascia un commento

Pieghevole Invito Cortina 2 – 4 – 5 agosto 2016

pieghevoleCortina lu16-page-001

pieghevoleCortina lu16-page-002

Pubblicato in Appuntamenti-eventi | Lascia un commento

Locandina Cortina: 2 – 4 – 5 agosto 2016

0001

Pubblicato in Appuntamenti-eventi | Lascia un commento

Una tragedia senza poeta: poesia in dialetto sulla Grande Guerra (2016)

una tragedia senza poetaA cura di Massimiliano Mancino per le edizioni del Cubo Roma, è uscito il poderoso volume di poesia in dialetto ispirato alla Grande Guerra, che nel titolo annuncia testi e contesti. È frutto infatti di una laboriosa indagine di specialisti condotta a tappeto, che consente alla letteratura in dialetto di uscire in più casi dalla clandestinità e di rendere testimonianza del sentire e della coscienza popolare a proposito del primo conflitto mondiale. Fornisce dunque anche a noi nuovi parametri di valutazione di quegli eventi e nuovi documenti, e, nel quadro generale permette di tentare un bilancio completo della situazione linguistica italiana, che mentre accelera l’acculturazione indotta dall’esperienza comune tragica e troppo incomprensibile, agisce su dialetti e lingua.
Vengono così recuperate voci ignote e dimenticate, o voci che hanno avuto a suo tempo accoglienza ed eco. Così è per La Buffa di Giulio Camber Barni (1920, 1935, 1960, 1969, 2014), poeta militare al fronte, che registra l’animo dei suoi, ed i loro linguaggi, su cui hanno lavorato Virgilio Giotti, Umberto Saba, Anita Pittoni, Vanni Scheiwiller che del mondo della dialettalità hanno parte. A parlarne è Edda Serra. ES

Seguono le tre pagine di indice.

una tragedia senza poeta ind1una tragedia senza poeta ind2

 

 

 

 

 

 

una tragedia senza poeta ind 3

Pubblicato in Altre pubblicazioni | Lascia un commento